Villa Ranuzzi la CRA che si prende CURA

Il 2012 e il 2020/21 sono anni che hanno lasciato un indimenticabile segno nel personale medico e sociosanitario di Villa Ranuzzi.

Sono anni in cui la residenza per anziani si trova a vivere una forte emergenza ma soprattutto anni in cui la struttura dimostra di avere una capacità di risposta straordinaria offrendo accoglienza, cure e assistenza di ogni tipo ad una fetta numerosa e comunità di pazienti fragili. 

Due anni, il 2012 e il 2020, proseguendo oggi nel 2021, accomunati dal sacrificio e dal grosso sforzo messo in campo, in modo volontario e unitario da tutto il personale (medici, infermieri, OSS e tutti gli operatori socio-sanitari) della CRA Villa Ranuzzi, associata del Consorzio Colibrì.

Una CRA che, in linea con le scelte della Direzione, continua a grande prova di resilienza, spalancando la porta a chi per emergenza abbia mai “bussato” come riporta l’articolo del 29 maggio 2012 di Repubblica Bologna.

Oggi la Pandemia da Covid-19 ha portato la struttura per anziani di via Casteldebole, verso una conversione completa e complessa di due reparti ospedalieri, arcobaleno ed arancione, per accogliere e riabilitare pazienti fragili.

Un parallelismo se vogliamo, con il 2012, quasi 9 anni prima, quando Villa Ranuzzi apriva i cancelli a pullman e ambulanze con a bordo 74 ospiti della casa per anziani di Cavezzo, che impauriti e privi di beni di necessità, sfuggivano al terremoto che nel 2012 colpiva l’Emilia e la stessa struttura dove erano alloggiati.

In entrambe le situazioni, lontane tra loro ma simili per grado di complessità, Villa Ranuzzi c’era e si è presa CURA:

Ecco le parole del Rag. Lorenzo Orta sul Resto del Carlino di Bologna – anno 2012: «Sono stato contattato alle 14 e in due ore abbiamo riattivato quest’area della residenza, in fase di restauro, grazie al lavoro di cento persone tra medici, infermieri e facchini».

Ed ecco le parole del dott. Averardo Orta, oggi, alla luce dell’attuale condizione pandemica:

«Villa Ranuzzi è storicamente abituata al sacrificio, a prestare soccorso e cure mediche. Continueremo a mettere in campo tutti i mezzi e le competenze sanitarie in sinergia in rete con il territorio per assicurare tutela e sicurezza alle persone fragili»

Ultimi articoli

Villa Ranuzzi la CRA che si prende cura

Villa Ranuzzi la CRA che si prende CURA

Il 2012 e il 2020/21 sono anni che hanno lasciato un indimenticabile segno nel personale medico e sociosanitario di Villa Ranuzzi. Sono anni in cui la residenza per anziani si trova a vivere una forte emergenza ma soprattutto anni in cui la struttura dimostra di avere una capacità di risposta straordinaria offrendo accoglienza, cure e […]

Raccontiamoci: a Villa Ranuzzi letture a distanza tra bambini e anziani

L’idea iniziale era portare i bambini di una o due classi al centro di Villa Ranuzzi e farli lavorare su alcune letture insieme agli anziani, per poi mettere in piedi uno spettacolo insieme. Tuttavia, data l’emergenza del COVID-19 e le restrizioni in atto in queste settimane, per le quali è difficile prevedere una scansione temporale certa, il piano di attività del progetto è stato modificato e adeguato per permettere un incontro tra generazioni anche a distanza.

Anziani sicuri e felici

Ogni 15 giugno ricorre la Giornata internazionale della consapevolezza del maltrattamento negli anziani, contro qualsiasi forma di abuso, proclamata nel 2006 dall’ Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) . Un impegno che a Villa Ranuzzi viene osservato tutto l’anno con il coinvolgimento degli operatori. La violenza sugli anziani è un fenomeno sottovalutato che può interessare vari contesti da […]

Il Metodo Montessori nelle CRA: convegno a Villa Ranuzzi

Il Metodo Montessori come nuova frontiera nelle strategie di sostegno degli ospiti con deterioramento cognitivo nelle CRA. E’ il titolo del convegno accreditato ECM ospitato lo scorso 20 ottobre presso Villa Ranuzzi di Bologna. Successo di partecipazione e sala gremita tra relatori, moderatori e semplici uditori. Tra i presenti direttori sanitari, geriatri, esperti di neuropsicologia e pedagogia.